La bassa rappresentanza delle donne in posizioni decisionali

1 Aprile 2017, Oggi parliamo con un:

 

 

interviste

Direttore MKT settore alimentare

guest-interview

Che ne pensa della bassa rappresentanza delle donne in posizioni decisionali?

Ritengo che la presenza dell’universo femminile sulla parte che deve decidere sia un arricchimento e quindi in questo momento noi paghiamo questo deficit, non credo personalmente che questo debba venire imposto con tematiche tipo quote rosa, percentuali fissate, perché capisco che nel breve periodo possa essere un modo per rompere vecchie barriere però lo trovo un po’ svilente sia per gli uomini che per le donne, per me in una posizione ci devono andare delle persone in gamba indipendentemente dal sesso che hanno ed è chiaro che siccome ci sono tanti uomini in gamba come tante donne in gamba dovrebbe essere naturale che arrivino al vertice sia uomini che donne, in realtà arrivano gli uomini quindi penso che questo obbligo di inserire donne sia una tattica di breve periodo che però non vorrei che impedisse a donne anche brave di arrivare perché ci sono delle quote fissare. Io penso che la presenza di donne nei punti decisionali sia nel lavoro che nell’ambito politico sia assolutamente da favorire.

guest-interview